Skip to content
Materassi Trento | Trapuntificio CAT

Perché durante la notte mi sveglio più volte?

Sicuramente a tutti almeno una volta sarà capitato di svegliarsi nel cuore della notte e di non riuscire a riprendere sonno.

Affrontare i mille impegni quotidiani diventa un ostacolo quasi insormontabile, perché se non dormiamo il nostro fisico ne risente.

Le cause di questo problema possono essere molteplici, fisiologiche, mentali o ambientali, ma il motivo principale sembra essere lo stress.

svegliarsi durante la notte

Dormire bene per affrontare la giornata

Se non riusciamo a dormire bene e continuativamente per almeno 7/8 ore a notte, ci si sveglia stanchi e privi di energia e affrontare la giornata che ci aspetta diventa difficile.

Ci alziamo già stanchi e il più delle volte pieni di dolori, abbiamo problemi di concentrazione, cali di memoria e siamo nervosi e intrattabili.

Quindi come possiamo fare?

Se succede sporadicamente non c’è nulla di cui preoccuparsi, ma se la cosa si ripete spesso possiamo provare a risolverli con questa serie di consigli, se invece la situazione comincia a diventare preoccupante rivolgiti subito al tuo medico di fiducia.

Controlliamo il materasso

Una causa molto frequente che porta a svegliarsi durante la notte è il materasso.

Se il nostro materasso è vecchio, potrebbe non adattarsi più in maniera corretta al nostro corpo, non sostenerlo come dovrebbe, da qui la necessità di continuare a cambiare posizione e quindi dormiamo male e a volte per niente, passando tutta la notte a cercare la posizione giusta.

Se capiamo che la causa può essere proprio questa nessun problema, un buon materasso ergonomico può ridarci un sonno ristoratore.

Se il materasso sostiene in modo adeguato il nostro corpo è molto più facile addormentarsi, non ci sveglieremo durante la notte per cambiare posizione, ma sarà lui ad assecondare i movimenti notturni involontari facendoci svegliare freschi e riposati.

Anche il caldo non aiuta

Un'altra causa di insonnia può essere la temperatura della nostra stanza da letto, infatti se è troppo alta cominceremo a sudare e passeremo tutta la notte svegli.

Possiamo affidarci a tutti i moderni sistemi per raffreddare la stanza, dai ventilatori ai climatizzatori che ci danno un po’ di sollievo, ma a volte non basta.

Anche in questo caso se abbiamo il materasso sbagliato non c’è climatizzatore che tenga, la parte del nostro corpo che rimane a contatto con il materasso, se questo non è traspirante, continuerà a sudare tenendoci comunque svegli.

Un buon materasso traspirante lascia circolare l’aria, in più è in grado di termoregolare il calore del corpo in modo da non farci sudare.

Leggi anche: come dormire anche nelle notti più calde

Lo stress

Se per varie ragioni stiamo attraversando un periodo della nostra vita dove siamo sottoposti a stress, quello di svegliarsi durante la notte diventerà un rito ricorrente.

In questi casi il corpo e la mente non riescono a rilassarsi creando ansia e di conseguenza insonnia, si passeranno delle ore a fissare il soffitto prima di addormentarsi, e quando finalmente ci riusciamo dura solo poche ore, spesso non si riesce neppure a raggiungere la fase REM (ovvero la fase di sonno profondo), che siamo di nuovo svegli e la giornata sarà al quanto faticosa.

 

Per cercare di alleviare un po’ lo stress e riuscire a dormire, possiamo provare con delle tisane rilassanti a base di erbe, le più utilizzate sono: camomilla, tiglio, valeriana, lavanda, iperico e salvia, ma in una buona erboristeria sapranno consigliarvi nel modo migliore.

 

Un altro rito rilassante da eseguire prima di andare a dormire per cercare di favorire il sonno è quello di concedersi un bagno caldo con delle essenze profumate , tra le più usate possiamo trovare: lavanda, gelsomino, rosa coriandolo e arancio dolce, possibilmente a lume di candela per un relax completo.

Se tutto questo non funziona e siamo svegli da ore senza riuscire a riaddormentarci la cosa migliore è quella di alzarci, a volte rimanere a letto senza riuscire a dormire crea ancora più ansia, magari bere qualcosa di caldo o dedicarci a un attività che ci aiuti a rilassarci e tornare a letto dopo un po’ può migliorare la situazione

Cibo e alcool

Anche esagerare a tavola o con l’alcool può provocare insonnia.

Cattiva digestione, acidità e reflusso sono i principali problemi che portano a svegliarsi durante la notte, che spesso poi ci tengono svegli fino al mattino.

Per questo è consigliato consumare cibi leggeri alla sera e non andare a dormire subito dopo aver mangiato, sopratutto se siamo soggetti già predisposti a questo tipo di disturbi.

Anche l’alcool va assunto con moderazione, e sopratutto mai subito prima di andare a dormire, diamo sempre almeno un paio d’ore di tempo al nostro corpo per assimilarlo.

In questi casi potrebbe essere utile una tisana digestiva o al finocchio, in grado di dare un po’ di sollievo allo stomaco e aiutarlo nella digestione.

Bisogno di fare pipì

Anche continuare a svegliarsi durante la notte per fare pipì non aiuta di certo a dormire bene.

Questo disturbo è assolutamente normale nelle donne in dolce attesa, ma per il resto è un sintomo di qualcosa che non va.

Principalmente questo accade perché beviamo troppo prima di andare a dormire, se non vogliamo che questo disturbo ci svegli continuamente basterà evitare di bere mezz’ora prima di andare a letto, sopratutto te e caffè e bevande dall’effetto lassativo.

 

Un'altro fattore di disturbo è lo smartphone vicino al letto, leggi questo articolo per capire le varie problematiche

Call Now ButtonScroll To Top