Skip to content
Materassi Trento | Trapuntificio CAT

Perché i bambini si nascondono sotto le coperte?

E’ capitato a tutti di dover scovare il proprio bambino mentre si nasconde sotto le coperte per invitarlo ad andare a scuola o per fargli svolgere un’attività qualsiasi, ma da cosa è generato questo comportamento e soprattutto perché la maggior parte dei bambini preferiscono come nascondiglio il proprio letto?

Vediamo quali possono essere le cause che spingono i bambini a nascondersi sotto le coperte e perché tale comportamento.

coperta bambino

Nascondersi sotto le coperte per sfuggire alla quotidianità

Prima di analizzare le cause che spingono i bambini a nascondersi sotto il letto è opportuno precisare che i più piccoli identificano il letto come un rifugio segreto, uno spazio ad uso esclusivo dove è interdetto l’accesso agli adulti e dove possono sentirsi sicuri e protetti.

I bambini che raggiungono l’età scolare solitamente si nascondono sotto le coperte quando è il momento di alzarsi per andare a scuola, un comportamento che suscita impazienza e nervosismo nei genitori che devono sbrigarsi per andare al lavoro e non possono perdere tempo per assecondare i capricci dei propri figli.

 

Non sempre il nascondersi sotto le coperte è un capriccio del bambino, ma può essere un sintomo di qualcosa che non va come l’ansia di dover sostenere un test o una prova scolastica o la difficoltà di voler affrontare i propri impegni.

 

In alcuni casi, il bambino nascondendosi nel letto cerca di sfuggire alla quotidianità e non vuole uscire allo scoperto, un comportamento che si palesa quando a casa non vi è un ambiente sereno e tranquillo, ma vi sono frequenti discussioni e liti violente.

 

Se il tuo bambino si nasconde sotto le coperte per non andare a scuola può anche essere un messaggio per i genitori: voglio restare a casa perché ho voglia di trascorrere del tempo con voi o non voglio lasciare il mio letto perché a scuola non mi sento a mio agio e ho dei problemi con gli altri bambini.

In tutti questi casi è compito del genitore cercare di identificare il problema che provoca questo strano comportamento attraverso la comunicazione e poi rassicurare il bambino riguardo gli eventuali problemi relazionali, scolastici o affettivi.

 

Nascondersi sotto le coperte: ansia o paura

Se il tuo bambino si nasconde sotto la coperta del letto, non preoccuparti, è un comportamento tipico dei più piccoli che sono soliti nascondersi quando hanno paura o provano ansia nei confronti di qualcosa.

 

Quando i bambini vanno a letto, non sempre si addormentano tranquilli, ma possono chiederti di restare con loro o di lasciare la luce accesa perché hanno paura di mostri, creature strane, fantasmi, streghe e tanto altro.

L’accucciarsi e coprirsi con le coperte è un tentativo per il bambino di proteggersi dalle avversità e di circoscrivere il proprio spazio per evitare l’ingresso di mostri o fantasmi.

 

Generalmente, queste paure e ansia sono temporanee e scompaiono naturalmente con il passare del tempo, ma se si protraggono per lunghi periodi è necessario intervenire e cercare di rassicurare il bambino.

I genitori o coloro che si occupano della cura e del benessere del bambino devono mostrare vicinanza e affetto e non forzare i tempi per non rischiare di ingigantire le loro paure.

 

Per rassicurare il tuo bambino devi farlo sentire sicuro tranquillo, devi infondergli fiducia e soprattutto devi evitare di minimizzare le sue ansie per non farlo sentire inadeguato o un fifone. Se il bambino ha paura del buio o di altre figure nascoste negli angoli della stanza, lascialo dormire per qualche notte con la luce accesa o in alternativa regalategli una torcia portatile per poter illuminare gli angoli bui, dopo un breve periodo si accorgerà che nella cameretta non vi sono mostri e che è un ambiente completamente sicuro.

 

coperta letto

Alcuni bambini usano le coperte del letto per coprirsi perché pensano di diventare invisibili e quindi di poter fuggire dalle situazioni in cui non si sentono sicuri e tranquilli, un comportamento assolutamente naturale che può essere assecondato se non è troppo frequente e prolungato.

 

Anche gli adulti, a volte, si nascondono sotto le coperte per sfuggire agli impegni lavorativi, alle responsabilità o semplicemente perché vogliono godersi il comfort di un letto caldo o morbido, quindi non assillarti se il tuo bambino si nasconde, crescendo abbandonerà questa abitudine.

 

Il nascondersi sotto le coperte è anche un riflesso incondizionato che si verifica quando si sta guardando un film dell’orrore o particolarmente cruento, in questo modo si evita la visione di scene che possono provocare paura, ansia o terrore.

Gli animali amano stare sotto le coperte

Nascondersi o rifugiarsi sotto le coperte non è una prerogativa esclusiva degli uomini, anzi sono gli animali quelli che amano di più stare sotto le coperte.

Uno dei motivi per cui gli animali amano stare sotto le coperte è che vogliono sentire la vicinanza del loro padrone e percepire il suo odore e il suo calore, in questo modo si sentono più sicuri e protetti e si lasciano andare ad un sonno tranquillo.

 

cane sotto la copertaI cani, in particolare, cercano un luogo protetto e confortevole che possa diventare la loro “tana”, e sono soliti accucciarsi al centro del letto e nascondersi completamente sotto le coperte.

Come gli umani, anche i cani e i gatti soffrono il freddo e ricercano un luogo caldo dove riposare tranquilli e quale posto migliore del letto del proprio padrone, soprattutto se è ampio, spazioso e morbido.

 

I gatti, invece amano molto stare sotto le coperte per essere accarezzati e coccolati dai loro padroni e graffiare con i loro piccoli artigli i cuscini e gli altri tessuti morbidi che ricoprono il letto. Per alcune razze di cani (Bassotti, Jack Russel, Fox Terrier), il letto rappresenta una sorta di luogo per la caccia dove scovare prede, quindi è normale che questi piccoli e teneri animali si nascondino tra le coperte per esplorare la zona o arruffare il letto per simulare lo scavo di buchi nel terreno, un’abitudine non solo molto frequente nei cuccioli, ma anche in quelli in età adulta.

Call Now ButtonScroll To Top